Contratto di fiume

ATTIVITÀ

Breve sintesi dell’azione di Agenda Tevere Onlus

(13 maggio 2019)

In generale

Le nostre azioni si sono basate sul modello fondante di Agenda Tevere ispirato alla “collaborazione ecosistemica” tra associazioni, istituzioni, mondo privato e cittadini attivi su obiettivi comuni, accelerazione di cambiamento, partecipazione e coscienza civica, motore di una catena di circuiti virtuosi ed empowerment sociale;

Le attività svolte si sono finora rette quasi esclusivamente sull’apporto volontario e gratuito delle professionalità interne degli iscritti o volontari esterni;

La nostra associazione ha oggi in cassa circa 100mila euro, grazie soprattutto a una significativa donazione da parte del Dott. Cesare Romiti. La nostra strategia di raccolta fondi si è basata su una generosa donazione del Dottor Romiti che ci ha garantito i fondi necessari per far fronte alle prime esigenze di retribuzione di contributi professionali; su quella base abbiamo avviato sia un’attività di presa di contatto con potenziali “investitori civici” privati ai quali abbiamo chiesto finora soltanto un’apertura di credito per progetti sui quali saranno state ottenute le necessarie autorizzazioni e sarà stato elaborato un piano di sostenibilità pluriennale.

Il piano di comunicazione di Agenda Tevere, elaborato con la collaborazione di GTB, l’agenzia pubblicitaria che ha disegnato il nostro luogo, prevede uscite pubbliche soltanto su iniziative concrete realizzate in grado di beneficiare i cittadini romani..

Nello specifico

Rafforzamento delle relazioni istituzionali:

Con la Regione Lazio e il Center for Economic and International Studies (CEIS) dell’Università di Roma “Tor Vergata”  abbiamo  avviato un progetto di informatizzazione e analisi dei dati relativi alle concessioni spondali in chiave di presidio territoriale sulle criticità, migliore pianificazione degli interventi manutentivi, innovazione gestionale e studio di ipotesi di efficientizzazione;

In rappresentanza del mondo associativo romano siamo stati selezionati dal Comune di Roma come membri del nuovo Comitato Strategico dell’Ufficio Speciale Tevere di Roma Capitale, ufficio nato grazie all’opera di sensibilizzazione condotta da Agenda Tevere. A partire dalla fine di maggio del 2019 ci impegneremo in quella veste;

Abbiamo attivato la procedura di Contratto di fiume sull’asta del Tevere da Castel Giubileo alla foce con l’adesione di 28 soggetti pubblici e privati, tra i quali Roma Capitale, Città Metropolitana, Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Centrale, Capitaneria di Porto, CNR e ACEA (vedi link sotto). Il Contratto di fiume, diffuso da decenni in Europa e applicato con successo in Lombardia e Piemonte, si fonda sulla partecipazione dal basso degli interessi del territorio coinvolto allo scopo di favorire miglioramenti delle condizioni ambientali e valorizzazione della fruibilità sui fiumi dove viene fattivamente applicato;

Rafforzamento delle basi conoscitivo/informative esistenti e della strumentazione di recupero e valorizzazione del Tevere

In collaborazione con la facoltà d’ingegneria ambientale della Sapienza di Roma (con la quale abbiamo stipulato una convenzione) abbiamo avviato un processo di raccolta, standardizzazione e informatizzazione di dati relativi alle caratteristiche geomorfologiche, naturalistiche e amministrative delle sponde, alle diverse pianificazioni, alle destinazione d’uso, alla presenza di testimonianze storiche e archeologiche e infine alla rilevazione di criticità e degrado delle aree spondali del Tevere urbano;

La suddetta mappatura costituisce il primo elemento del Database Unico del Tevere (DUT), con il quale contiamo di sopperire all’attuale frammentazione o incompletezza informativa, e della futura Piattaforma Informatica Integrata sul Tevere (PIIT) con funzionalità informative e partecipative aperta alla cittadinanza romana che stiamo completando grazie anche a un finanziamento della Fondazione TIM;

Accompagnamento mirato a Progetti e iniziative puntuali:

Sul fronte della pista ciclabile, il team di Agenda Tevere sta operando da “facilitatore inter-istituzionale” allo scopo di favorire la realizzazione dei 15 km che mancano per congiungere la pista lungo il Tevere a Roma con la rete ciclabile di Fiumicino collegando Roma al mare e l’aeroporto di Fiumicino a Roma in un momento in cui il cicloturismo sta diffondendosi sempre di più in tutto il mondo.

Grazie all’impegno di Federico Occhionero (in rappresentanza del nostro associato Salvaiciclisti), Agenda Tevere sta svolgendo un lavoro di rilevamento delle criticità sulla ciclabile tra GRA Labaro e GRA Mezzocammino;

Dopo aver svolto un lavoro di ricognizione e rilevamento di criticità predisponendo un report sulle condizioni di entrambe le sponde del Tevere nel tratto tra il viadotto della Tangenziale Est e Ponte Marconi, il nostro associato Gianni Russo, di UISP, è impegnato in un progetto di pianificazione di interventi migliorativi.

MAGGIORI DETTAGLI SUI LAVORI COMPLETATI O IN CORSO:

Progetti & Collaborazioni – Scarica il .pdf

Smart Tevere – Scarica il .pdf

Contratto di Fiume – Scarica il .pdf

Share