Agenda Tevere ha riunito soci, associazioni, cittadini e volontari per discutere insieme sulle attività svolte in un anno di lavoro.

L’impegno di Agenda Tevere non si ferma. Il 16 aprile alla Città dell’Altra Economia di Roma i nostri soci, le associazioni che hanno deciso di sostenerci, volontari e cittadini si sono riuniti per fare il punto sul lavoro svolto in questi mesi. Un’occasione per stare insieme, discutere e confrontarsi sui prossimi passi.

In un anno di attività Agenda Tevere ha cercato di rafforzare il legame tra istituzioni, mondo privato e cittadini per avviare un cambiamento reale e attivare una catena di circuiti virtuosi. Le iscrizioni degli associati sono passate da 43 a 74, tra cui 22 associazioni.

I progetti di Agenda Tevere.

Sono diversi i progetti a cui Agenda Tevere si è dedicata nei 12 mesi trascorsi dalla sua nascita, coinvolgendo associazioni, istituzioni, cittadini e realtà territoriali.

1.Cantiere Isola Tiberina. L’isola Tiberina è la terrazza romana sul fiume, il punto di eccellenza dove scendere al livello dell’acqua del Tevere. L’obiettivo di Agenda Tevere è quello di creare un’ampia banchina utilizzabile per eventi culturali e un collegamento tra le sponde. Al progetto stanno lavorando Allana Marchiori de Sena di Agenda Tevere e Luca Fornari dell’Associazione Isola Tiberina: “L’Isola Tiberina è ricca di storia. 200.000 romani soni nati all’ospedale Fate Bene Fratelli e un milione di persone passano ogni anno dall’isola”, ha detto Fornari durante la riunione di Agenda Tevere. “Stiamo cercando di renderla realmente accessibile a tutti”.

Leggi il progetto completo: TIBERINA 

2. Cantiere Riva de’ Cocci. La Riva de’ Cocci è il punto di contatto tra il fiume Tevere ed il quartiere Testaccio, una zona ricca di storia per la presenza delle Mura Aureliane e di cultura, grazie al polo culturale formato dalla Facoltà di architettura dell’università Roma Tre, dal Macro Testaccio e dall’Accademia delle Belle Arti. L’intera area è in stato di totale abbandono e degrado. Agenda Tevere sta sostenendo le due realtà che operano negli edifici dell’ex Mattatoio che si affacciano sul Lungofiume – il consorzio Città dell’Altra Economia e la cooperativa Villaggio Globale – in un’operazione di riqualificazione della sponda e di presa in carico degli spazi. “Il nostro obiettivo è quello di portare la città sul Tevere”, ha detto Laura Gabriele del Villaggio Globale che si sta occupando del progetto insieme a Francesco Bellardi e Daniele Tricarico di Agenda Tevere e a Andrea Ferrante della Città dell’altra Economia.

Leggi  il progetto completo: RIVA DE’ COCCI

3. Cantiere Parco Tevere. Nel 2014 è stato inaugurato dal Sindaco Ignazio Marino il Parco Tevere a Magliana, un luogo d’incontro, di cultura, di svago e di sport. Nel 2015 il mancato affidamento del piccolo chiosco e l’assenza di un’adeguata manutenzione del parco hanno comportato l’abbandono totale dell’area. L’obiettivo di Agenda Tevere è quello di trovare un accordo con le istituzioni competenti per riportare il Parco allo stato della sua inaugurazione e garantirne una costante manutenzione. “Insieme ad Agenda Tevere possiamo rimettere in piedi il Parco”, ha affermato Enrico Olivieri di Una Finestra Laica sul Territorio che si sta occupando del progetto insieme a Alessandro Ricca e a Maria Cristina Tullio di Agenda Tevere.

Leggi il progetto completo: PARCO TEVERE

4. Cantiere Ponte della Musica. Inaugurato nella sua parte superiore il 31 maggio del 2011, il Ponte della Musica non è mai stato collaudato nell’area sottostante. I grandi spazi pavimentati sono attualmente abbandonati, mentre le aree confinanti, oggetto da anni di un contenzioso legale, versano in uno stato di abbandono. Giusy Rubino per Agenda Tevere, Piergiorgio Bellagamba per Amuse e Stefania Murianni per Cittadinanza Attiva Flaminio stanno lavorando per creare un Parco in 48 h sotto il Ponte e restituire l’area ai cittadini.

Leggi il progetto completo: PONTE DELLA MUSICA

5. Cantiere Marconi. In collaborazione con l’Associazione Due Ruote – Bici Roma, Agenda Tevere ha avviato il Cantiere Marconi per creare un’area d’insegnamento alla mobilità a due ruote. Un progetto portato avanti da Bruna Sdau di Agenda Tevere e da Fausto Bonafaccia dell’Associazione Due Ruote Onlus – Biciroma. Attualmente la zona è diventata una discarica illegale con accampamenti temporanei di persone senza fissa dimora.

Leggi il progetto completo: MARCONI 

Il lavoro con le istituzioni.

Nel 2017 Agenda Tevere ha formalmente attivato la procedura di Contratto di fiume sull’asta del Tevere da Castel Giubileo alla foce, con l’adesione di 28 soggetti pubblici e privati, tra i quali Roma Capitale, Città Metropolitana, Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Centrale, Capitaneria di Porto, CNR e ACEA.

Inoltre, ha avviato una collaborazione attiva e costante con Roma Capitale attraverso l’Ufficio Speciale del Tevere, nato grazie all’opera di sensibilizzazione condotta da Agenda Tevere nel 2017.

La collaborazione con il mondo accademico e della ricerca.

Agenda Tevere si avvale oggi della collaborazione di docenti e studenti delle università di Roma Tre e de La Sapienza di Roma.

Con la Facoltà d’ingegneria ambientale della Sapienza di Roma, Tevere ha avviato un processo di raccolta di dati relativi alle caratteristiche geomorfologiche, naturalistiche e amministrative delle sponde del Tevere urbano. La mappatura costituisce il primo elemento del Database Unico del Tevere (DUT), con il quale Agenda Tevere conta di sopperire all’attuale frammentazione o incompletezza informativa, e della futura Piattaforma Informatica Integrata sul Tevere (PIIT) con funzionalità informative e partecipative aperta alla cittadinanza romana, che Agenda Tevere conta di completare entro il 2019.

All’incontro del 16 aprile hanno partecipato anche gli studenti dell’università di Dresda in Germania che in questi ultimi mesi hanno elaborato dei progetti di riqualificazione del fiume Tevere.

Con l’ICCD (Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione) e Officine Fotografiche, Agenda Tevere ha dato inizio a un lavoro di documentazione fotografica delle sponde del Tevere. “L’ICCD ha un archivio di sei milioni di immagini dell’Italia e del Tevere. Con Agenda Tevere vogliamo creare un osservatorio permanente sul fiume”, ha spiegato durante l’incontro Francesca Fabiani dell’ICCD-MiBACT.

La pista ciclabile.

Il team di Agenda Tevere sta operando da “facilitatore inter-istituzionale” allo scopo di favorire la realizzazione dei 15 km che mancano per congiungere la pista lungo il Tevere a Roma con la rete ciclabile di Fiumicino collegando Roma al mare e l’aeroporto di Fiumicino a Roma in un momento in cui il cicloturismo sta diffondendosi sempre di più in tutto il mondo.

Con il supporto dei “Gatti della Regina” e SalvaCiclisti Roma, Agenda Tevere ha inoltre completato un lavoro di rilevamento delle criticità sulla ciclabile tra GRA Labaro e GRA Mezzocammino.

Le criticità.

Il nostro associato Gianni Russo,di UISP, ha svolto un meticoloso lavoro di ricognizione e rilevamento di criticità predisponendo un report strutturato e aggiornabile sulle condizioni di entrambe le sponde del Tevere nel tratto tra il viadotto della Tangenziale Est e Ponte Marconi. Agenda Tevere ha consegnato il report alla Regione Lazio per dare un contributo di orientamento del piano di lavori di bonifica e pulizia avviato da questo ente.

LEGGI TUTTI I NOSTRI PROGETTI: http://www.agendatevere.org/i-nostri-progetti/

Share